Addenbrookes trattamento del cancro alla prostata

addenbrookes trattamento del cancro alla prostata

Dalle aziende Forum Archivio diventa esperto di dica33 Biblioteca digitale bacheca annunci Osservatorio. Home Tags Neoplasie della prostata. Melanoma, tumore al seno, cancro prostatico, colangiocarcinoma: quattro fronti sui quali sono stati registrati notevoli progressi terapeutici, come dimostrano i risultati di alcuni studi presentati a Barcellona, nel corso del recente Congresso della Società Importanti avanzamenti nel trattamento del tumore della prostata e della vescica si sono registrati a Barcellona, nel corso del recente Congresso della società europea di oncologia medica Esmo. Tra i risultati di maggiore interesse quelli dello Gli uomini che sono diventati padri attraverso tecniche di riproduzione assistita sembrano avere un rischio più elevato di sviluppare il carcinoma prostatico, anche a esordio precoce, rispetto agli uomini che raggiungono la paternità naturalmente, Periodi prolungati di esposizione all'acido acetilsalicilico Asa a basse dosi, addenbrookes trattamento del cancro alla prostata avere ricadute positive sulla mortalità per cancro alla prostata dopo i primi 5 anni dalla diagnosi. È un'osservazione emersa da uno studio basato su una È addenbrookes trattamento del cancro alla prostata presentata all'Agenzia europea del farmaco Addenbrookes trattamento del cancro alla prostata la richiesta di autorizzazione alla commercializzazione Maa di darolutamide, un nuovo antiandrogeno non steroideo, per il trattamento dei pazienti affetti da carcinoma della prostata resistente Il trattamento con finasteride, un inibitore della 5-alfa-reduttasi, è in grado di prevenire in modo sicuro ed efficace il cancro alla prostata, nonostante precedenti ricerche suggerissero che il farmaco potesse aumentare il rischio di malattie Una nuova molecola non steroidea, darolutamide, ha aumentato significativamente la sopravvivenza libera da metastasi Mfs rispetto al placebo in pazienti affetti da tumore della prostata resistente alla castrazione non metastatico nmCRPC. Lo dimostra Gli uomini con cancro alla prostata che scelgono di sottoporsi a terapia piuttosto che a sorveglianza attiva dovrebbero ricevere senza riserve una radioterapia esterna EBRT ipofrazionata per il trattamento della malattia localizzata addenbrookes trattamento del cancro alla prostata, anche se con Il gruppo di impotenza suggerisce che per gli uomini di età compresa tra 55 e Non sei ancora iscritto? Iscriviti a DoctorNews 33 Il quotidiano online del medico italiano.

Il contributo italiano allo sviluppo di cabazitaxel è stato rilevante. Alla luce dei risultati positivi della sperimentazione, Sanofi ha avviato un largo programma di accesso precoce al farmaco con lo scopo di raccogliere ulteriori dati di tollerabilità del prodotto nella comune pratica clinica italiana.

Tumore della prostata

Alla luce dei dati pubblicati sino ad oggi, alcune delle più importanti linee guida internazionali hanno inserito cabazitaxel tra gli standard di terapia di seconda linea dopo precedente trattamento con docetaxel per il trattamento del carcinoma della prostata metastatico resistente alla castrazione.

La prevalenza dei tumori in Italia. Talvolta, al manifestarsi di tali lesioni, si verificano casi di carcinoma basocellulare o carcinoma spinocellulare.

In misura minore si riscontrano lesioni precancerose a carico di apparato digerente e apparato urinario : leucoplachia ed eritroplachia del cavo orale, sindrome di Plummer-Vinsonpoliposi familiare del colonpapilloma della vescica. Da ricordare anche leucoplasia e craurosi vulvaremastopatia fibrocistica della mammellaleucoplasia della laringe. Esemplari sono la classificazione per organo di insorgenza e la classificazione per estensione della malattia. In base al comportamento biologico invece i tumori si classificano in:.

La pericolosità di un tumore non dipende solo dalla sua natura. I fibromi cerebrali benigniper esempio, provocano più spesso danni gravi od exitus di un carcinoma prostatico. Espansiva: il tumore cresce lentamente, è ben delimitato addenbrookes trattamento del cancro alla prostata spesso contenuto in un feltro di fibre reticolari e collagene ; si espande comprimendo i addenbrookes trattamento del cancro alla prostata circostanti ma non si infiltra in essi.

L'estensione della maggior parte dei tumori maligni nell'organismo lo stadio viene classificata, in genere, attraverso la Classificazione TNMproposta e mantenuta aggiornata dalla UICC. La nomenclatura dei tumori si fonda generalmente sulla morfologia microscopica con una nomenclatura indicata da organizzazioni internazionali come il WHOintimamente collegata all'istogenesi tessuto di derivazione e al comportamento biologico benignità o malignità delle neoplasie; applicato correttamente la nomenclatura, è possibile applicare un sistema di codifica.

La conferma diagnostica della natura, del grado di malignità grading e dell'estensione dei tumori staging spettano ancora all' anatomia patologica ed in particolare all'esame istologico dei tessuti, sempre più spesso integrato da tecniche di smascheramento di antigeni ad esempio, mediante le colorazioni immunoistochimiche o di tecniche di biologia molecolare per lo studio degli acidi nucleici genomica o delle proteine proteomica. Anche se molte impotenza, come l' insufficienza cardiacapossono avere una prognosi peggiore rispetto alla maggior parte dei casi neoplastici, il cancro è un argomento che suscita paura e spesso è considerato tabù.

Il cancro è considerato come una malattia che deve essere "combattuta" e spesso si sente parlare di "guerra al addenbrookes trattamento del cancro alla prostata. Queste metafore militari sono particolarmente comuni e sottolineano sia lo stato precario della salute della persona interessata sia la necessità per l'individuo di adottare azioni immediate e decisive per se stesso, piuttosto che di addenbrookes trattamento del cancro alla prostata o ignorare la malattia.

Queste metafore tendono anche a razionalizzare gli eventuali trattamenti radicali e distruttivi. Nelun trattamento relativamente popolare e alternativo del cancro, consisteva, in una terapia della parola specializzata, basato sull'idea che il cancro fosse causato da un cattivo atteggiamento. Si credeva che il cancro fosse una manifestazione del desiderio inconscio. Alcuni psicoterapeuti ritenevano che il trattamento per cambiare la visione del paziente sulla vita avrebbe avuto effetto curativo sul cancro.

Aids e cancro. Vi sono molte opzioni disponibili riguardo al trattamento delle varie neoplasie, sia benigne che maligne, tra cui: la chirurgiala chemioterapiala radioterapia e le cure palliative. La decisione del trattamento da utilizzare dipende sostanzialmente dalla posizione e dal tipo e grado di tumore, nonché dalla salute del paziente e dalle sue aspettative.

È il trattamento di elezione nel caso di neoplasie benigne. Costituisce, inoltre, una parte fondamentale del processo diagnostico grazie alla messa in vista della massa tumorale e alla possibilità di eseguire una biopsia.

Nei casi di neoplasie benigne o di tumori confinati, la chirurgia tenta, in genere, di resecare l'intera massa prostatite, in alcuni casi, ai linfonodi locali. La chemioterapiain aggiunta alla chirurgia, si è dimostrata utile in un certo numero di neoplasie, tra cui: neoplasie addenbrookes trattamento del cancro alla prostata mammella, al colon-retto, al pancreas, ai testicoliall'ovaio e al polmone.

La radioterapia è un trattamento che comporta l'utilizzo di radiazioni ionizzantinel tentativo di curare o migliorare i sintomi neoplastici. Questo perché le Prostatite neoplastiche sono molto sensibili addenbrookes trattamento del cancro alla prostata radiazioni.

Trattamenti complementari e addenbrookes trattamento del cancro alla prostata, sono un gruppo eterogeneo di assistenza sanitaria, pratiche e prodotti che non fanno parte della addenbrookes trattamento del cancro alla prostata Trattiamo la prostatite. Alcuni trattamenti alternativi valutati dalla comunità medica hanno dimostrato addenbrookes trattamento del cancro alla prostata essere inefficaci, tuttavia, continuano ad essere commercializzati e promossi.

Le cure palliative sono un approccio alla gestione dei sintomi che mira a ridurre il disagio fisico, emotivo, spirituale e psicosociale delle persone affette da una neoplasia grave, generalmente a carattere maligno.

addenbrookes trattamento del cancro alla prostata

A differenza di un trattamento prostatite ha lo scopo di uccidere direttamente le cellule tumorali, l'obiettivo principale delle cure palliative è quello di far sentire meglio la persona. Le cure palliative sono spesso confuse con gli hospice e quindi collegate al momento in cui per il paziente si avvicina la fine della vita. Inoltre possono essere utilizzati addenbrookes trattamento del cancro alla prostata associazione realizzando il cosiddetto blocco androgenico completo.

La soppressione addenbrookes trattamento del cancro alla prostata produzione degli androgeni viene attuata attraverso inibizione della sintesi o del rilascio di gonadotropine ipofisarie utilizzando analoghi LHRH e antiandrogeni non-steroidei. Nel caso in cui la terapia ormonale non risulti più efficace perché il tumore diventa ormono-refrattario, si utilizza la chemioterapia. Viene somministrata per ridurre le dimensioni del tumore, mantenere la situazione sotto controllo, alleviare i sintomi e i dolori causati dalle metastasi alle ossa e preservare una discreta qualità di vita.

I farmaci chemioterapici possono modificare temporaneamente alcuni valori degli esami del sangue che vanno quindi controllati con una certa frequenza e comunque sempre prima di iniziare il ciclo di trattamento. Si va da porzioni giornaliere milllitri per latte e yogurt a settimanali di formaggio fresco grammi o stagionato 50 grammi alla settimana. Per verificare la presenza di eventuali metastasi allo scheletro si utilizza in casi selezionati anche la scintigrafia ossea.

Il patologo che analizza il tessuto prelevato con la biopsia assegna al tumore il cosiddetto grado di Gleason, cioè un numero compreso tra 1 e 5 che indica quanto l'aspetto delle ghiandole tumorali sia simile o diverso addenbrookes trattamento del cancro alla prostata prostatite delle ghiandole normali: più simili sono, più basso sarà impotenza grado di Gleason.

I tumori con grado di Gleason minore o uguale a 6 sono considerati di basso gradoquelli con 7 di grado intermediomentre quelli tra 8 e 10 di alto grado. Questi ultimi hanno un maggior rischio di progredire e diffondersi in altri organi. Più recentemente è stato introdotto un nuovo sistema di classificazione il quale stratifica la neoplasia prostatica in cinque gradi in base al potenziale maligno e all'aggressività.

Знакомства

Per una caratterizzazione completa dello stadio della malattia, a questi tre parametri si associano anche il grado di Gleason e il livello di PSA alla diagnosi. La correlazione di questi parametri T, Gleason, PSA consente Prostatite attribuire alla malattia tre diverse classi di rischio: basso, intermedio e alto. Oggi sono disponibili molti tipi di trattamento per il tumore della prostata ciascuno dei quali presenta benefici ed effetti collaterali specifici.

Solo un'attenta analisi delle caratteristiche addenbrookes trattamento del cancro alla prostata paziente età, aspettativa di vita eccetera e della malattia basso, intermedio o alto rischio permetterà allo specialista urologo di consigliare la strategia più adatta e personalizzata e di concordare la terapia anche in base alle preferenze di chi si deve sottoporre alle cure. Quando si parla di terapia attiva, invece, la scelta spesso ricade sulla chirurgia radicale.

La prostatite radicale - la rimozione dell'intera ghiandola prostatica e dei linfonodi della regione vicina al tumore - viene considerata un intervento curativo, se la malattia risulta confinata nella prostata. In Italia i addenbrookes trattamento del cancro alla prostata adatti a praticare l'intervento sono sempre più diffusi in tutto il territorio nazionale, anche se studi recenti hanno dimostrato che gli esiti dell'intervento robotico e di quello classico si equivalgono nel tempo: non c'è quindi una reale indicazione a eseguire l'intervento tramite robot.

Statue impotenti di rabbia

Per i tumori in stadi avanzati, il bisturi da solo spesso non riesce a curare la malattia e vi è quindi la necessità di associare trattamenti come Cura la prostatite radioterapia o la ormonoterapia.

Il gruppo di lavoro suggerisce che per gli uomini di età compresa tra 55 e Non sei ancora iscritto? Preferibilmente sono stati raccolti dati relativi agli uomini piuttosto che relativi alle donne perché il risultato finale che ci interessava era il cancro Prostatite prostataseguiti poi da dati collettivi e infine da dati solo femminili. La principale difficoltà addenbrookes trattamento del cancro alla prostata combinare tutti gli studi che esaminavano le correlazioni tra latte, prodotti lattiero-caseari e proteine derivate da essi con IGF e IGFBP, addenbrookes trattamento del cancro alla prostata il grado di eterogeneità tra questi studi.

I progetti di studio spaziavano da studi randomizzati condotti nel corso di decenni fino a studi osservazionali a breve termine; le esposizioni latte, latticini e proteine derivate da essi erano differenti e misurate in maniera diversa nei vari studi; i partecipanti allo studio variavano per età, etnia e localizzazione.

Il grafico albatros consente di interpretare i p -value nel contesto dello studio della dimensione del campione. Gli studi piccoli appaiono verso la parte bassa del grafico e quelli grandi verso la parte alta.

Quando non è stata riportata alcuna media, mediana o intervallo, si è ipotizzato una distribuzione normale basata sulla media e sulla DS del gruppo utilizzato per generare i quantili di solito quello di controllo. Questa distribuzione è stata utilizzata per calcolare il range del quantile e quindi la media di ogni quantile. Se venivano presentate solo analisi di sottogruppo e non analisi di un caso nel complesso vs. Per i dati in quantili, la SD è stata calcolata utilizzando il metodo presentato da Chêne e Addenbrookes trattamento del cancro alla prostata [13].

Meta addenbrookes trattamento del cancro alla prostata ad effetti random e a d effetti fissi. Gli effetti di uno studio piccolo sono stati valutati mediante la verifica di funnel plot e il calcolo dei test di Addenbrookes trattamento del cancro alla prostata e Begg [18, 19].

Analisi di sottogruppo. Per valutare se i fattori di crescita fossero associati a tumori della prostata in stadio avanzato, abbiamo condotto una meta-analisi separata utilizzando i dati degli studi che esaminavano questo risultato.

Abbiamo generato forest plot per tutti i fattori di crescita e per le analisi degli esiti di cancro alla prostata tutti i tipi e gli stadi avanzati ; questi plot sono stati stratificati mediante studi prospettici e retrospettivi e da studi rilevati mediante PSA e clinicamente. La differenza tra le stime dei sottogruppi è stata esplorata utilizzando il metodo di Altman e Bland [20].

Neoplasie della prostata

A causa della varietà degli studi Cura la prostatite nella meta analisi e della necessità di sviluppare una valutazione coerente del rischio di biasabbiamo sviluppato uno strumento per determinare il rischio complessivo di bias per ogni studio, utilizzando le categorie di valutazione provenienti da una versione dello addenbrookes trattamento del cancro alla prostata ROBINS-I [21 ], e le domande per aiutare a valutare il rischio di bias provenivano da questionari caso-controllo CASP e da questionari di coorte [22, 23].

Ogni categoria prevedeva prostatite progettate per aiutare a valutare il rischio di bias; queste variavano a seconda del tipo di studio ad es. È stato assegnato un rischio di bias complessivo e specifico per categoria: o ridotto, moderato, serio, critico o non chiaro. La maggior parte degli studi di coorte umani su IGF-PCa non ha fornito informazioni sui dati mancanti addenbrookes trattamento del cancro alla prostata pazienti persi al follow-up, quindi questi documenti sono stati considerati avere un RoB almeno moderato, proprio a causa della mancanza di questi dati.

Uretrite della donna terapia de la

Per quanto riguarda gli studi sul latte, se solo una sottocategoria di RoB risultava poco chiara, veniva preso in considerazione il livello di bias che la sottocategoria avrebbe potuto causare.

Ad esempio, il confondimento potrebbe avere un grande impatto sul rischio di bias e pertanto un rischio non chiaro verrebbe considerato come un rischio di bias serio. Viceversa, il resoconto dei risultati ha un impatto relativamente minore sul rischio di bias e pertanto si presume che questo rischio definito non chiaro sia da considerare come un rischio di bias moderato. Il rischio di bias complessivo di uno studio era basato sulla sottocategoria con il maggior rischio di bias.

Il punteggio generale GRADE è stato utilizzato per fornire una misura della qualità complessiva delle prove fornite dai risultati.

Nessuno dei 31 studi sul rapporto latte-IGF è stato escluso a causa del RoB e tutti sono stati inclusi in almeno un albatros plot e nella addenbrookes trattamento del cancro alla prostata narrativa dei differenti IGF, ad eccezione di due studi [27, 28] che miravano ad esiti qualitativamente differenti e che quindi non sono stati inclusi negli albatros plot e considerati separatamente nella sintesi narrativa. Tre studi stratificavano i risultati per etnia; i sottogruppi di appartenenza etnica sono stati considerati come dati separati negli albatros plot [].

Non sono stati inclusi gli studi animali sul rapporto latte-IGF, a causa di esposizioni irrilevanti o di risultati di scarso interesse; come parte dei progetti di studio la maggior parte degli animali è stata esposta al consumo di colostro durante i primi 6 mesi di vita. Il consumo di latticini, in particolare di latte, è considerato un fattore di rischio per lo sviluppo del cancro alla prostata, sebbene i risultati addenbrookes trattamento del cancro alla prostata discordanti.

Inoltre, le correlazioni tra il consumo di latte e il cancro alla prostata sono suscettibili di confondimento a causa di altri fattori come la dieta e lo stile di vita.

Ad esempio, un recente studio [2] ha dimostrato che il latte stimola la crescita delle cellule tumorali della prostata in vitro. Sono stati ipotizzati diversi meccanismi mediante i quali il latte potrebbe promuovere la impotenza di un cancro alla prostata.

I dati provenienti da ciascun insieme di prove modelli umani, animali e genetici sono addenbrookes trattamento del cancro alla prostata valutati attentamente utilizzando degli specifici protocolli per il rischio di bias RoB e classificati utilizzando il Grading of Recommendations Assessment, Development, and Evaluation GRADE. I termini di ricerca completi impotenza inclusi nei box supplementari Abbiamo incluso articoli originali pubblicati su riviste peer-review compresi i supplementi e gli abstract dei meeting ; sono stati escluse addenbrookes trattamento del cancro alla prostata, libri, commentari e lettere.

Gli studi sugli animali che presentavano solo dati sulle linee cellulari o che utilizzavano segni caratteristici del addenbrookes trattamento del cancro alla prostata come risultato [10] sono stati analizzati separatamente; quindi i risultati non sono presentati qui.

Abbiamo incluso sia studi randomizzati che studi osservazionali. Abbiamo incluso studi che utilizzavano come controllo soggetti sani o con iperplasia prostatica benigna BPH.

Abbiamo escluso gli articoli quando il PCa non era un risultato definito. I dati sono stati estratti in maniera indipendente e in doppia copia per ogni studio SH, RL e i disaccordi risolti grazie alla discussione.

Quando il tempo intercorso tra la raccolta dei campioni e la diagnosi non era ben chiaro, abbiamo cautamente classificato gli studi come addenbrookes trattamento del cancro alla prostata. Abbiamo estratto i dati che erano completamente corretti, ma che non includevano, correzioni comuni per un fattore di crescita diverso ad esempio, IGF-I corretto per IGFBP-3 e viceversa. Pertanto, gli studi che esaminavano i livelli di IGF liberi sono stati inclusi a sostegno delle prove.

Studi sul rapporto IGF -latte. Abbiamo estratto i p -value e le dimensioni del campione da tutti gli studi. Preferibilmente sono stati raccolti dati relativi agli uomini piuttosto che relativi alle donne perché il addenbrookes trattamento del cancro alla prostata finale che ci interessava era il cancro alla prostataseguiti poi da dati collettivi e infine da dati solo femminili. La principale difficoltà nel combinare tutti gli studi che esaminavano le correlazioni tra Trattiamo la prostatite, prodotti lattiero-caseari e proteine derivate da essi con IGF e IGFBP, era il grado di eterogeneità tra questi studi.

I progetti di studio spaziavano da studi randomizzati condotti nel corso di decenni fino a studi osservazionali a breve termine; le esposizioni latte, latticini e proteine derivate da essi erano differenti e misurate in maniera diversa nei vari studi; i partecipanti allo studio variavano per età, etnia e localizzazione. Il grafico albatros consente di interpretare i p -value nel contesto dello studio della dimensione del campione. Gli studi piccoli appaiono verso la parte bassa del grafico e quelli grandi verso la parte alta.

Quando non è stata riportata alcuna media, mediana o intervallo, si è ipotizzato una distribuzione normale basata sulla media e sulla DS del gruppo utilizzato per generare addenbrookes trattamento del cancro alla prostata quantili di solito quello di controllo.

Questa distribuzione è stata utilizzata per calcolare il range del quantile e quindi la media di ogni quantile. Se venivano presentate solo analisi di addenbrookes trattamento del cancro alla prostata e non analisi di un caso nel complesso vs. Per i dati in quantili, la SD è stata calcolata utilizzando il metodo presentato da Chêne e Thompson [13].

addenbrookes trattamento del cancro alla prostata

Meta analisi ad effetti random e a d effetti fissi. Gli effetti di uno studio piccolo sono stati valutati mediante la verifica di funnel plot e il calcolo dei test di Egger e Begg [18, 19]. Analisi di sottogruppo.

Tumore alla Prostata, diagnosi: Olaparib, nuovo farmaco in sperimentazione

Per valutare se i fattori di crescita fossero associati a tumori della prostata in stadio avanzato, abbiamo condotto una meta-analisi separata utilizzando i dati degli studi che esaminavano questo risultato.

Abbiamo generato forest plot per tutti i fattori di crescita e per le analisi degli esiti di cancro alla prostata tutti i tipi e gli stadi avanzati ; questi plot sono stati stratificati Trattiamo la prostatite studi prospettici e retrospettivi e da studi rilevati mediante PSA e clinicamente.

La differenza tra le stime dei sottogruppi è stata esplorata utilizzando il metodo di Altman e Bland [20]. A causa della varietà degli studi inclusi prostatite meta analisi addenbrookes trattamento del cancro alla prostata della necessità di sviluppare una valutazione coerente del rischio di biasabbiamo addenbrookes trattamento del cancro alla prostata uno strumento per determinare il rischio complessivo di bias per ogni studio, utilizzando le categorie di valutazione provenienti da una versione dello strumento ROBINS-I [21 ], e le domande per aiutare a valutare il rischio di bias provenivano da questionari caso-controllo CASP e da questionari di coorte [22, 23].

Navigazione principale

Ogni categoria prevedeva domande progettate per aiutare a valutare il rischio di bias; queste variavano a seconda del tipo di studio ad es. È stato assegnato un rischio di bias complessivo impotenza specifico per categoria: o ridotto, moderato, serio, critico o non chiaro.

La maggior parte degli studi di coorte umani su IGF-PCa non ha fornito informazioni sui dati mancanti dei pazienti persi al follow-up, quindi questi documenti sono stati considerati avere un RoB almeno moderato, proprio a causa della mancanza di questi dati.

Per quanto riguarda gli studi sul latte, se solo una sottocategoria di RoB risultava poco chiara, veniva preso in considerazione il livello di bias che la sottocategoria avrebbe potuto causare. Ad esempio, il confondimento potrebbe avere un grande impatto sul rischio di bias e pertanto un rischio non chiaro verrebbe considerato come un rischio di bias serio.

Viceversa, il resoconto dei risultati addenbrookes trattamento del cancro alla prostata un impatto relativamente minore sul rischio di bias e pertanto si presume che questo rischio definito non chiaro sia da considerare come un rischio di bias moderato. Addenbrookes trattamento del cancro alla prostata rischio di bias complessivo di uno studio era basato sulla sottocategoria con il maggior rischio di bias.

Il punteggio generale GRADE è stato utilizzato per fornire addenbrookes trattamento del cancro alla prostata misura della qualità complessiva delle prove fornite dai risultati.

addenbrookes trattamento del cancro alla prostata

Nessuno dei 31 studi sul rapporto latte-IGF è stato escluso prostatite causa del RoB e tutti sono stati inclusi in almeno un albatros plot e nella sintesi narrativa dei differenti IGF, ad eccezione di due studi [27, 28] che miravano ad esiti qualitativamente differenti e che quindi non sono stati inclusi negli albatros plot e considerati separatamente nella sintesi narrativa.

Tre studi stratificavano i risultati per etnia; i sottogruppi di appartenenza etnica sono stati considerati come dati separati negli albatros plot []. Non sono stati inclusi gli studi animali sul rapporto latte-IGF, a causa addenbrookes trattamento del cancro alla prostata esposizioni irrilevanti o di risultati di scarso interesse; come parte dei progetti di studio la maggior parte degli animali è stata esposta al consumo di colostro durante i primi 6 mesi di vita.

Dei studi umani sul rapporto IGF- PCa89 includevano dati disponibili sui livelli sierici di IGF utili per le meta analisi; i restanti 43 studi son o stati considerati come prove a supporto in quanto non contenevano dati utili per le meta -a nalisi []. Degli 89 studi con dati utili per la meta- analisi, 16 avevano un RoB serio tutti retrospettivi [], 47 avevano un Addenbrookes trattamento del cancro alla prostata moderato 23 prospettici, 24 retrospettivi [8, 26, 34, ], 8 avevano un RoB basso tutti studi solo genetici [] e 7 avevano un RoB non chiaro cinque solo geneticidue Trattiamo la prostatite [25, ].

Undici studi osservazionali sono stati addenbrookes trattamento del cancro alla prostata i dalla meta-analisi a causa di un RoB critico uno prospettico, uno genetico e nove retrospettivi [].

Tre documenti non contenevano informazioni sufficienti per poter calcolare un OR [25, 15 1, ], pertanto sono stati utilizzati i dati della precedente meta-analisi di Rowlands [8], visto che Rowlandscome parte del protocollo di estrazione dei datiaveva contattato gli autori dello studio per ulteriori informazioni.

Il rischio complessivo di bias in tutti gli studi su gli animali non era chiaro. La maggior parte degli studi erano trasversali; gli studi prospettici hanno avuto una durata del follow-up che andava da 1 settimana fino a 65 anni. Il range di età dei partecipanti, quando è stato misurato il risultato, variava tra i 2 e gli 86 anni; la maggior parte degli studi si concentrava su soggetti di etnia caucasica. La DS del latte variava tra gli studi, soprattutto perché questi studi differivano nella tipologia di misurazione riguardante le di latte ad esempio, grammi al giorno, millilitri al giorno, porzioni al giorno.

Tuttavia, Hoppe [53] e Rogers [43] riportano che una SD è di circa ml e Hrolfsdottir [54] riporta che una SD è di circa ml, quindi sebbene non impotenza possibile determinare una addenbrookes trattamento del cancro alla prostata esatta di latte per SD, una stima che si avvicina tra i e i ml sembra appropriata.

Tabella 4 Risultati per tutte le associazioni latte-IGF, incluse le analisi per sottogruppo. Dopo un mese, i livelli medi addenbrookes trattamento del cancro alla prostata IGF-I erano saliti da Poiché nessuno studio ha privato i partecipanti addenbrookes trattamento del cancro alla prostata latte e dei latticiniquesto studio rappresenta la migliore stima della differenza tra i livelli di IGF-I e un consumo di latte molto basso e scarso, anche se il numero limitato di bambini limita la nostra capacità di trarre conclusioni definitive.

Un maggior effetto è stato evidenziato anche nello studio Hoppe [53], in cui 24 bambini di 8 anni sono stati suddivisi in due gruppi di uguali dimensioni; al primo gruppo è stato chiesto di bere 1,5 l di latte scremato al giorno, al secondo gruppo di mangiare g di carne magra al giorno, insieme alla restante dieta abituale fino alla scelta. Dopo 7 giorni, il livello di IGF-I dei bambini del gruppo latte è aumentato da Gli studi prospettici di coorte e quelli retrospettivi in generale hanno mostrato un effetto nullo o positivo, in linea con quello, anche se generalmente più debole, riscontrato negli studi randomizzati RCT e negli studi sperimentali non randomizzati.

Per quanto riguarda gli studi trasversali, sembra esserci poca differenza tra gli studi condotti sui bambini e sugli Trattiamo la prostatite. Le due associazioni negative, osservate negli studi di Ben-Shlomo e Martin, erano relativamente forti con valori addenbrookes trattamento del cancro alla prostata di 0.

Nel documento Martin, nel periodosono state condotte indagini sul tipo di addenbrookes trattamento del cancro alla prostata e sulla salute fisica su bambini di età compresa tra gli 0 e i 19 anni età media 7 anni e questi bambini sono stati poi rintracciati e invitati ad un follow-up neldurante il quale gli sono stati misurati i livelli di IGF.

Il p value combinato era 4. Gli effetti stimati sono coefficienti beta standardizzati. Il P value combinato era 0. Livelli circolanti di IGF e rischio di cancro alla prostata. In totale, 59 studi sono stati inclusi in questa meta-analisi, rappresentati da 18 studi prospettici e 41 studi retrospettivi.

Tutti i risultati presentati sono derivati da meta-analisi ad effetti random, mentre i risultati sugli effetti fissi sono stati commentati solo se necessario.

La discrepanza era molto maggiore tra gli studi retrospettivi rispetto agli studi prospettici in tutte le analisi dei sottogruppi e nel complesso. Screening del PSA versus identificazione clinica.

Fig 4. Forest plot per tutti gli studi che presentano dati sui livelli circolanti di IGF-I in relazione al rischio di PCa, stratificati per progetto di studio prospettico vs. Altri 46 SNP o geni sono stati addenbrookes trattamento del cancro alla prostata durante la review; tuttavia, soltanto una serie di dati era disponibile per 42 degli SNP e due serie di dati per quattro degli SNP tabella supplementare 2.

Ancora una volta, tutti i risultati presentati derivano dalla meta-analisi ad effetti casuali. Forest plot per tutti gli studi che presentano dati sui livelli circolanti di IGFBP-3 in relazione al rischio di PCa, stratificati per progetto di studio prospettico vs.

Sette degli otto studi hanno evidenziato differenze statisticamente significative tra i modelli sperimentali e quelli di controllo, con un piccolo livello di concordanza tra i risultati Tabella addenbrookes trattamento del cancro alla prostata. Gli studi rimanenti presentavano dati solo sulle caratteristiche del cancro come prostatite e pertanto sono stati inclusi anche questi solo come prove a sostegno [].

I risultati degli studi individuali non erano generalmente coerenti tra di loro e quindi non hanno influenzato le nostre conclusioni generali. I risultati sono presentati nelle Tabelle complementari 3, 4 e 5. Tabella 6 Caratteristiche degli studi animali su IGF-PCa, ordinati per tipologia di studio modelli transgenici o xenotrapianti e anno di pubblicazione. Solo 11 studi osservazionali umani sono stati classificati addenbrookes trattamento del cancro alla prostata aventi un RoB critico e quindi, in base a questo, esclusi dalla meta-analisi.

Per le associazioni tra tutti gli altri biomarcatori IGF, vi erano prove di livello molto basso di eventuali effetti. Per i dettagli completi sulle valutazioni GRADE, vedere Tabelle supplementari 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17 e Alla fine abbiamo ritenuto che ci fossero probabilmente delle sostanziali bias di pubblicazione. Sulla base della addenbrookes trattamento del cancro alla prostata complessiva dei dati, vi erano prove moderate del fatto che il consumo di latte fosse associato positivamente ad un aumento dei livelli di IGF-I e di IGFBP I risultati provenienti dalla nostra analisi IGF-PCa riflettono quelli della precedente meta-analisi [8]; tuttavia, la forza delle associazioni viste nel presente documento sembra essere più piccola; In questo studio i valori di OR per tutte le tipologie di molecole IGF erano tra lo 0.

Questo studio fornisce quindi una valutazione definita e aggiornata della precedente associazione IGF-PCa. Sia lo studio attuale che lo studio di Rowlands hanno evidenziato una sostanziale differenza tra la qualità degli studi retrospettivi e prospettici, sia in termini di eterogeneità che di possibili bias di pubblicazione; in generale, gli studi retrospettivi avevano una maggiore quantità addenbrookes trattamento del cancro alla prostata incongruenze e mostravano una maggiore addenbrookes trattamento del cancro alla prostata nei grafici ad imbuto.

Tutti gli otto studi esclusi da questo studio, ma inclusi in quello di Rowlands, erano retrospettivi; questo potrebbe aver contribuito alla relativa imprecisione dei suoi risultati, oltre a renderli più estremi. Poiché il dosaggio del PSA è diventato la normale metodica di addenbrookes trattamento del cancro alla prostata per il cancro alla prostata negli Stati Uniti e in molti altri paesi del mondo, i casi di cancro alla prostata vengono scoperti precocemente e con malattia più indolente.

Pertanto, gli studi più recenti hanno probabilmente un diverso mix di casi rispetto a quelli precedenti, con una percentuale maggiore di tumori precoci e indolenti.

Secondo la nostra conoscenza, il GRADE non è stato precedentemente applicato agli studi sugli animali in questa maniera.

Ci sono prove che suggeriscono che anche addenbrookes trattamento del cancro alla prostata livelli di IGBP-3 circolante possono aumentare con il consumo di latte; tuttavia, questa proteina legante sembra avere un effetto protettivo nei confronti del rischio di PCa Figura 5. Questo risultato è stato evidenziato solo in studi retrospettivi; come tale, dovrebbe essere interpretato con la dovuta cautela poiché gli studi prospettici sono generalmente più forti. I risultati per IGF-II, IGFBP-1 e IGFBP-2 su entrambe le braccia dello studio suggeriscono la mancanza di un percorso completo per poter collegare il consumo di latte al rischio di PCa, mediante questi IGF; questo è dovuto in gran parte alla scarsità di studi che hanno esaminato questi biomarcatori, infatti ulteriori studi futuri potrebbero aiutarci a comprendere meglio.

I dati ricavati dagli studi sugli animali e dai risultati degli studi su prove a supporto erano altamente eterogenei, comprendevano una grande varietà di progetti di studio, risultati ed esposizioni relative a IGF e rischio di PCa; in quanto tale, non è stato possibile effettuare meta-analisi dettagliate per questi dati.

Quando i livelli di IGF-I sono stati ridotti dalla produzione di anticorpi anti IGF-I [], il volume del tumore si è ridotto rispetto ai soggetti di controllo, mentre il volume del tumore era maggiore negli animali knockout IGFBP-3 []. Questi studi supportano quindi le associazioni riscontrate nelle indagini su IGF-PCa condotte negli umani. Quando si integravano i dati provenienti da tutti gli studi con prove a supporto, i risultati erano contrastanti.